Tre semplici trucchi per mantenere ordinato il vostro piano lavabo

Data News: 
Giovedì, 16 Luglio, 2015 - 17:15

Avete appena comprato una splendida consolle da bagno di design? Ecco, se l'avete scelta dopo averla vista su una rivista di arredamento, toglietevi dalla testa di riuscirla a tenere in ordine come in quella foto. Se in quella casa ci vivete, dovete infatti scontrarvi con la quotidianità e con la sicurezza che il piano lavabo è uno dei punti della casa che tende a riempirsi di più con oggetti di ogni tipo. Non importa quanto grande sia il bagno o quanto pensate di essere ordinati, se all’inizio riuscirete a limitarvi al bicchiere con gli spazzolini (magari di design pure quello), ben presto la necessità di avere tutto a portata di mano (creme e cremine, schiuma da barba, trucchi e relativi pennelli, profumi e chi più e ha più ne metta) avrà il sopravvento e vi ritroverete ad avere il piano letteralmente invaso da decine di oggetti.

Fidatevi, è impossibile mantenere lo stesso ordine delle case delle riviste (ma ci abita davvero qualcuno in quelle case?), però si può evitare di cadere nel vortice del disordine cronico che vi porterà a dover spostare dozzine di cose solo per intravedere rubinetti e lavandino. Come? Ecco tre semplici consigli:

Contenetevi... oppure contenete!

Cottonfioc, forcine per capelli, dischetti struccanti... gli oggetti “sfusi” sono i peggiori nemici dell'ordine. Spesso vengono appoggiati “solo per un attimo” e poi dimenticati, così se ne usano altri e il disordine aumenta. Usate dei contenitori e, compatibilmente con lo stile del vostro bagno, azzardate con la creatività: vecchie lattine di tè, vasi per fiori e vecchi barattoli recuperati dal rigattiere possono risolvere il problema dei piccoli oggetti lasciati in giro senza rinunciare a stile e personalizzazione. Anche un semplice vassoio, per quanto possa sembrare assurdo, può contribuire a organizzare e mantenere in ordine il piano del lavabo. Infatti, pure non essendo un vero e proprio contenitore, contribuisce a delimitare uno spazio (fisico e mentale) in cui andremo a riporre gli oggetti dopo l'utilizzo, evitando di spargerli su ogni superficie a disposizione.

Sistemate i cassetti

I cassetti del bagno spesso sono bombe pronte a esplodere: phon, piastre per capelli, rasoi, forbici… tutto viene ammassato lì dentro e rende aprire e chiudere una vera e propria impresa (figuriamoci quiondi trovere le cose che ci servono). Il consiglio è quello di usare dei semplici divisori e/o degli organizer, così vedrete “magicamente” aumentare le dimensioni dei cassetti e potrete disporvi anche tutte quelle cose che normalmente si appoggiano sul piano perché non si ha spazio a sufficienza.

Usate le pareti

Usare il muro è la mossa migliore per recuperare spazio anche nei bagni più piccoli. Un mobiletto sospeso, un distributore di sapone appeso alla parete o una piccola mensola contribuiscono tantissimo a rendere il piano lavabo più ordinato, senza rinunciare ad avere tutti gli oggetti a portata di mano. Date un occhiata al vostro bagno, sicuramente vedrete che ci sono pareti inutilizzate che, se ben sfruttate, possono fare la differenza su come si ordinano gli oggetti di uso quotidiano.